SicilyOnTour.com - Itinerari alla Scoperta della Sicilia

pixel
  SicilyOnTour.com Home Page Tutti gli Itinerari di SicilyOnTour.com Contattaci  

SicilyOnTour.com Italian Version of WebSite

SicilyOnTour.com English Version of WebSite

 
 

 

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

 
 
Home Page Castelli Medievali Parchi Letterari Arti e Tradizioni Riserve Naturali Parchi Archeologici Tutti gli Itinerari
 
 
Itinerari e Luoghi da Scoprire
  Itinerari nelle Province Siciliane
Agrigento Palermo
Caltanissetta Ragusa
Catania Siracusa
Enna Trapani
Messina
   Principali Itinerari Turistici Siciliani

Itinerario dei Castelli Medievali di Sicilia

Nati per difendere, oggi fortezze che conquistano con la loro bellezza...

Itinerario dei Parchi Letterari di Sicilia

La magia della Sicilia nelle pagine dei siciliani...

Itinerario delle Arti e Tradizioni Popolari

Scrigni preziosi per conservare profonde radici...

Itinerario Naturalistico, Parchi e Riserve

Là, dove gli Dei vivevano aggirandosi come uomini...

Itinerario Storico Archeologico

Qui la storia millenaria dell'isola sembra parlare direttamente...

Tutti gli Itinerari >>

SicilyOnTour.com Partnership

Prestiti Personali

Con Finatel fino a 50.000 €. Supertasso. Zero Spese. Esito Immediato.

Finanziamenti

Aliprestito ti finanzia subito fino a 75.000 €. Scopri Come!

Inserisci il tuo Link qui!

ITINERARIO DEI PARCHI LETTERARI DI SICILIA
Home Page > Parchi Letterari > Parco Letterario di:
Stefano d'Arrigo Giovanni Verga Elio Vittorini
Nino Savarese Leonardo Sciascia Luigi Pirandello
Tomasi di Lampedusa      
Salvatore Quasimodo
:: Parco Letterario Leonardo Sciascia - Itinerario Tradizioni

<<< segue

Ad Enna, il Venerdì Santo, le dieci principali confraternite sfilano per le vie della città. Il pomeriggio i confratelli incappucciati, convergono disposti su due file, reggendo un cero o una torcia in mano, verso Piazza Vittorio Emanuele. Ogni sodalizio, oltre a recare il proprio stendardo e i ceri, porta i simboli del martirio di Gesù sopra un vassoio.

Questi assumono efficacia simbolico-religiosa soprattutto quando vengono depositati ai piedi dell’altare del Duomo, dove i confrati hanno portato in precedenza i simulacri di Gesù Cristo e dell’Addolorata. Dopo avere sostato presso il duomo gli incappucciati aspettano l’ordine di rimettersi in marcia dietro i pesanti simulacri che i più devoti dovranno portare a spalla per tutta la notte dopo un lungo giro attraverso le strette vie del centro storico.

A San Cataldo, la domenica di Pasqua, undici grandi statue di cartapesta (detti “Sampauluna”) intervengono nell’incontro tra la Madonna e il Cristo risorto. Le statue sono una per ogni apostolo tranne Giuda. Un accompagnamento musicale molto allegro segue i Sampauluna lungo il percorso consentendo alle statue singolari evoluzioni, passi di danza, inchini e giri su se stessi.

A Delia, la Passione viene ricordata con delle sacre rappresentazioni che costituiscono il “Martueriu”; queste comprendono la “Spartenza”, il “Processo” e la “Condanna”, la “Scinnenza”. Le rappresentazioni vengono proposte con personaggi viventi. L’atto plateale di Pilato che si lava le mani, precede il trasferimento dello spettacolo dal palco alle strade del paese. E’ in questo contatto diretto tra la gente e i personaggi viventi del dramma che la manifestazione raggiunge momenti di grande partecipazione emotiva.

A Casteltermini, in occasione della festa della Santa Croce (una croce lignea paleocristiana) alla fine di maggio, si svolge la lotta del “Tataratà”, in cui giovani armati di sciabole simulano dei combattimenti tra saraceni. Al termine di questo spettacolo una lunga processione di cavalli e muli percorre la via principale del paese tra il clamore della folla.

Tra le altre feste si tiene a Sommatino la festa di San Giuseppe detta “lu tuppi tuppi”: una rievocazione in dialetto della fuga in Egitto della Sacra Famiglia che, dopo varie peregrinazioni, riceve ospitalità presso un benefattore che offre cibo a tutta la cittadinanza.

A Piazza Armerina, il 15 Agosto, si tiene il “Palio dei Normanni” in cui i vari quartieri della città si sfidano in un palio in costume d’epoca. A Mussomeli, il 2 settembre, si può seguire il corteo storico del castello, una sfilata tradizionale in costume medievale con fiaccolata.

A Campofranco, il 13 dicembre, viene organizzata la “sagra della cuccia”, una pietanza di origine contadina a base di frumento e ceci. Innumerevoli feste minori si svolgono in occasione delle feste per i patroni dei vari paesi durante tutto il corso dell’anno e durante il periodo pasquale.

 
 

Home Page | Partnership | Scambio Links | Contattaci | English Version | SEO-Map