SicilyOnTour.com - Itinerari alla Scoperta della Sicilia

pixel
  SicilyOnTour.com Home Page Tutti gli Itinerari di SicilyOnTour.com Contattaci  

SicilyOnTour.com Italian Version of WebSite

SicilyOnTour.com English Version of WebSite

 
 

 

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

 
 
Home Page Castelli Medievali Parchi Letterari Arti e Tradizioni Riserve Naturali Parchi Archeologici Tutti gli Itinerari
 
 
Itinerari e Luoghi da Scoprire
  Itinerari nelle Province Siciliane
Agrigento Palermo
Caltanissetta Ragusa
Catania Siracusa
Enna Trapani
Messina
   Principali Itinerari Turistici Siciliani

Itinerario dei Castelli Medievali di Sicilia

Nati per difendere, oggi fortezze che conquistano con la loro bellezza...

Itinerario dei Parchi Letterari di Sicilia

La magia della Sicilia nelle pagine dei siciliani...

Itinerario delle Arti e Tradizioni Popolari

Scrigni preziosi per conservare profonde radici...

Itinerario Naturalistico, Parchi e Riserve

Lā, dove gli Dei vivevano aggirandosi come uomini...

Itinerario Storico Archeologico

Qui la storia millenaria dell'isola sembra parlare direttamente...

Tutti gli Itinerari >>

SicilyOnTour.com Partnership

Prestiti Personali

Con Finatel fino a 50.000 €. Supertasso. Zero Spese. Esito Immediato.

Finanziamenti

Aliprestito ti finanzia subito fino a 75.000 €. Scopri Come!

Inserisci il tuo Link qui!

ITINERARIO NELLE NOVE PROVINCE SICILIANE
Home Page > Le nove Province Siciliane > Itinerari nella Provincia di:
Agrigento Caltanissetta Catania
Messina Palermo Ragusa
Siracusa Trapani    
Enna
:: Itinerario Naturalistico nella Provincia di Palermo
<<< segue

La vicinanza al paese fa dell'area quasi un giardino pubblico, rallegrato da una fontanella e da un'altalena, teatro di passeggiate scolastiche e zona di gioco per i bambini. L'accesso all'area, posta in leggero pendio, č facilitata da ampi gradoni dai quali č possibile gustare il variopinto panorama della zona: i colori tenui e allegri degli agrumi, gli ulivi dai rami contorti e dalle foglie verde scuro, gli eucalipti dalle forme gigantesche, le latifoglie a lamina larga, i pini mediterranei sempreverdi dalle foglie aghiformi. Sul terreno sabbioso si mostrano delle belle composizioni di fiori dalle suggestive sfumature viola e bianche. Completano il meraviglioso scenario le imponenti querce da sughero e da rovere che contrastano piacevolmente con le terre circostanti ricoperte d'erba.

Il Lago di Prizzi

Adagiata sulla parte meridionale del monte Prizzi, la cittadina vanta una splendida posizione panoramica che si apre sulle vallate del fiume Sosio e del fiume Vicaria. Il paese ha mantenuto, inalterata nel tempo una sinuosa trama viaria, intersecata quā e lā da ripide strade gradonate e che si allargano in suggestive piazzette. Poco distante dal paese si trova l'importante Lago di Prizzi che č un bacino artificiale con una capacitā di 9 milioni di metri cubi, formatosi grazie alla realizzazione di una diga alta 40 metri. Il Lago di Prizzi, insieme a quello di Gammauta č compreso nel grande Complesso del fiume Sosio che č stato edificato tra il 1937 e il 1942 e che č formato da tre impianti in serie. Le acque che si accumulano nei serbatoi vengono utilizzate principalmente per l'irrigazione dei territori circostanti.

La Riserva Naturale Orientata Villafrati

Estesa localitā montana nelle vicinanze del Bosco di Ficuzza, Villafrati insieme alle limitrofe Cefalā Diana e monte Pizzo Chiarastella costituisce un'importante area di riserva naturale, composta di 137 ettari di cui 46 adibiti a riserva e 91 a preriserva. La riserva č stata istituita allo scopo di tutelare il percorso idrologico termale che comprende le sorgenti naturali dei Bagni di Cefalā Diana e la nicchia naturale del monte Pizzo Chiarastella. La composizione geologica del monte Chiarastella č formata da vari strati in successione di rocce carbonatiche, calcari dolomitici selciferi, circondate da strati di argille impermeabili. Sono presenti inoltre numerose grotte in cui sono stati rinvenuti graffiti preistorici e resti umani dell'etā neolitica. La vegetazione che spicca lungo le pareti orientali e settentrionali del monte annovera numerose specie della cosiddetta "macchia mediterranea", fra le quali citiamo l'euforbia arborea, la palma nana, il carrubbazzo, il pero mandorlino, il leccio e l'edera. La fauna presente č anch'essa quella tipica mediterranea. Il momento dell'anno pių bello per visitare la riserva č in primavera, da marzo a aprile, quando avviene la fioritura delle piante. Dal monte si possono godere splendidi panorami che spaziano su tutta la vallata sottostante.  

 
 

Home Page | Partnership | Scambio Links | Contattaci | English Version | SEO-Map