SicilyOnTour.com - Itinerari alla Scoperta della Sicilia

pixel
  SicilyOnTour.com Home Page Tutti gli Itinerari di SicilyOnTour.com Contattaci  

SicilyOnTour.com Italian Version of WebSite

SicilyOnTour.com English Version of WebSite

 
 

 

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

 
 
Home Page Castelli Medievali Parchi Letterari Arti e Tradizioni Riserve Naturali Parchi Archeologici Tutti gli Itinerari
 
 
Itinerari e Luoghi da Scoprire
  Itinerari nelle Province Siciliane
Agrigento Palermo
Caltanissetta Ragusa
Catania Siracusa
Enna Trapani
Messina
   Principali Itinerari Turistici Siciliani

Itinerario dei Castelli Medievali di Sicilia

Nati per difendere, oggi fortezze che conquistano con la loro bellezza...

Itinerario dei Parchi Letterari di Sicilia

La magia della Sicilia nelle pagine dei siciliani...

Itinerario delle Arti e Tradizioni Popolari

Scrigni preziosi per conservare profonde radici...

Itinerario Naturalistico, Parchi e Riserve

Là, dove gli Dei vivevano aggirandosi come uomini...

Itinerario Storico Archeologico

Qui la storia millenaria dell'isola sembra parlare direttamente...

Tutti gli Itinerari >>

SicilyOnTour.com Partnership

Prestiti Personali

Con Finatel fino a 50.000 €. Supertasso. Zero Spese. Esito Immediato.

Finanziamenti

Aliprestito ti finanzia subito fino a 75.000 €. Scopri Come!

Inserisci il tuo Link qui!

VIAGGIO NELLA SICILIA DEL VINO
Home Page > Sicilia:
Informazioni Generali
Storia e Politica
Geografia e Clima
Flora e Fauna
Economia
Demografia
Cultura
Vita Sociale
Cucina
Sagre ed Eventi
I Vini Siciliani
   
:: Vini Siciliani

La Sicilia rivendica con forza e sente intimamente propria la denominazione di "terra della vite e dell’ulivo", che riporta, nel segno della continuità, all’antichità più remota e alla culla della civiltà mediterranea.
La leggenda narra che la vite germogliò per la prima volta nell’Isola dalle lacrime di Dionisio assetato. Nacque così quel nettare che l’antico nume donò agli uomini per confortarli dalle fatiche e agli Dei per allietare i loro sensi. Passiti, moscati, malvasie. Ma anche Nero d’Avola, Cerasuolo di Vittoria, Nerello mascalese, Inzolia e vitigni internazionali. La produzione vinicola siciliana va sempre di più assumendo un ruolo importante al pari di altre regioni italiane tradizionalmente note come il Piemonte e la Toscana. La sperimentazione sui vitigni alloctoni ( Chardonnay, Cabernet, Syrah, Merlot, ecc…… ), ha rivelato una particolare vocazione dei terreni a produrre queste uve, sostenute da condizioni climatiche favorevoli per la maturazione delle stesse. Per contro la quota dei vini a denominazione di origine, è ancora molto contenuta e la crescita qualitativa dei vitigni autoctoni, come il Nero d’Avola, deve continuare ad essere incoraggiata con interventi convincenti ed efficaci.

I Vini nelle Province Siciliane

Come diceva Sciascia il mare è sempre più colore del vino e il turista che arriva in Sicilia degusta il vino insieme al Barocco, nelle Eolie la Malvasia si sposa al mare, ad Agrigento ritroviamo la Magna Grecia. Giacimenti culturali che il vino lega idealmente attraversando la storia. Un valore aggiunto che solo una terra come la Sicilia può offrire al viaggiatore curioso, che vuole cogliere davvero l'anima della nostra terra.

I Vini della Provincia di Agrigento

Dal 1995 Menfi è il cuore pulsante della DOC omonima. Le tipologie sono: Bianco, Rosso, Rosso Riserva, Chradonnay, Grecanico, Inzolia, vendemmia Tardiva, Cabernet Sauvignon, Merlot, Nero d'Avola, Sangiovese, Sirah, Bonera, Bonera Riserva e Feudo dei Fiori. Quest'ultimo è prodotto con uve di Chardonnay e/o Inzolia o Ansonica. Il colore è giallo paglierino con sfumature verdi, odore fresco, delicatamente vinoso, sapore morbido, vivace ed armonico, con buona persistenza. La gradazione minima è di 11.5° e l'uso da pesce.  Santa Margherita di Belice è il punto centrale della piccola e omonima denominazione di origine. Sono prodotti una serie di vini di monovitigno e più precisamente Ansonica, Catarratto, Grecanico, Nero d'Avola e Sangiovese, i quali devono essere prodotti con almeno l'85% dell'omonimo vitigno. Accanto ad essi ci sono le tipologie Bianco e Rosso. Quest'ultimo deve essere prodotto con Sangiovese e/o Cabernet Sauvignon, nero d'Avola più eventualmente altri vitigni a bacca rossa, ma sempre fino ad un massimo del 15%.  Altro paese produttore è Montevago.

 

Le tipologie previste sono Bianco, Rosso, Ansonica, Catarratto, Grecanico, Nero d'Avola, Sangiovese. Il bianco presenta un colore paglierino tenue con riflessi verdognoli, profumo delicato, fruttato, caratteristico, sapore secco, armonico, vivace, fresco. La gradazione minima è di 10.5°, l'uso da aperitivo o da pesce. Questo provincia è interessata da due denominazioni di origine differente. Menfi e Sambuca di Sicilia. Quest'ultima, con vigneti situati ad una altitudine supweriore ai 200 metri, prevede i tipi Bianco, Rosso, Rosso riserva, Rosato, Chardonnay, Cabernet Sauvignon. Il rosso ottenuto con uve di nero d'Avola, Nerello mascalese e/o Sangiovese e/o Cabernet Sauvignon e con una eventuale aggiunta di uve di altri vitigni non aromatici, ha colore rosso rubino, talvolta con riflessi colore granato, odore vinoso, caratteristico, intenso; sapore asciutto, corposo, vellutato. L'invecchiamento è obbligatorio per sei mesi. L'uso è da pasto.

 

I Vini della Provincia di Caltanissetta

Anche in questo territorio si produce il Cerasuolo di Vittoria ottenuto da uve di Frappato e Calabrese, con aggiunta di quelle di Grosso nero e Nerello Mascalese.Si tratta di un vino particolarmente gradevole, dal colore rosso ciliegia, odore vinoso, con un delicato profumo. Il sapore è caldo, asciutto, pieno, rotondo, armonico. Viene usato quasi esclusivamente con gli arrosti. Riesi, in provincia di Caltanissetta, è stata come tutto il territorio ai margini del mondo vitivinicolo siciliano. Da alcuni anni, invece, vi è stato un forte incremento della superficie vitata che fa ben sperare. Anche a Butera le aziende locali sono cresciute moltissimo. Oggi sono 2300, con una produzione media annuo di vino di 63500 hl. Un dato questo che può essere visto soltanto in chiave positiva, sempre che le reali intenzioni vadano ben oltre quelle di produrre buoni vini a prezzi ragionevoli e con taglio "internazionale". Se è vero che prima o poi il mercato di vini di alta qualità a prezzo elevato rischia di saturarsi, è altrettanto vero che sarebbe un peccato se queste regioni fossero relegate a produrre vini legati più al nome del vitigno che a quello del territorio.

 

continua >>>

 
 

Home Page | Partnership | Scambio Links | Contattaci | English Version | SEO-Map